Pogona Vitticeps, specie e comportamento

Share

Non ci stancheremo mai di ripetere che quando vi parliamo di questi animali, lontani dal loro mondo originario, vanno scelti con criteri ben precisi quindi è bene studiarli e rendersi conto se è davvero la scelta giusta adottarne uno. Infatti  troppo spesso, gli animali pagano il prezzo più alto per la nostra superficialità ed ignoranza.

La Pogona Vitticeps è il più diffuso ed allevato tra i draghi barbuti. Sono riprodotti e commercializzati, anche se in minor numero, esemplari di Pogona Henrylawsoni e di Pogona Barbata. Ma vediamo una rapida presentazione delle altre sette specie del genere pogona.

La Pogona Barbata (Cuvier, 1829) abita l’Australia orientale.

La Pogona Henrylawsoni (Wells e Wellington, 1985) è originaria del Queensland e dell’Australia nord-orientale.

La Pogona Microlepidota (Glauert, 1952), o più comunemente Drago Barbuto di Kimberley, proviene dalle montagne di Kimberley, al nord dell’Australia occidentale.

La Pogona Minor (Sternfeld, 1919) proviene dall’Australia orientale.

La Pogona Minima (Loveridge, 1933) ha origine dalle isole Houtman Abrolhos in Australia Occidentale.

La Pogona Mitchelli (Badham, 1976) è presente al centro e nel sud est dei territori del nord Australia, fino al nord dell’Australia occidentale.

La Pogona di Nullarbor (Badham, 1976) deve il suo nome al luogo di origine: il deserto di Nullarbor nell’Australia Meridionale.

La pogona vitticeps è un sauro dalla caratteristica forma appiattita, con grande testa triangolare ornata da numerose spine e caratterizzata da una singolare sacca golare o barba.

La pogona vitticeps, o drago barbuto, è originaria del continente australiano, che ha colonizzato quasi completamente ad eccezione dei territori più a nord. La sua diffusione è concentrata soprattutto nella zona centrale che presenta un clima molto secco e con scarse precipitazioni. I draghi barbuti sono animali diurni e abitano aree secche e calde, semidesertiche e arbustive. Generalmente per riposare o sorvegliare il proprio territorio prediligono luoghi quali arbusti, alberi o rocce. Sono onnivori e in età adulta la loro dieta è costituita in egual misura da proteine animali e da frutta e verdura.

l drago barbuto mostra un’ampia gamma di atteggiamenti mirati all’interazione sociale che sono particolarmente evidenti nel periodo della maturità sessuale e nella vita di gruppo. Questi vivaci sauri sono dotati di una forte personalità che esprimono con il linguaggio del corpo e che presenta un’ampia gamma di segnali come: l’estroflessione e l’annerimento della barba, il movimento rotatorio degli arti (arm-waving), spalancare la bocca, arricciare la coda, dondolare la testa su e giù (head-bobbing), slinguettare.

Alcuni di questi segnali sono utilizzati durante il corteggiamento come ad esempio l’arm-waving e l’head-bobbing. In natura, ma anche in cattività se in gruppo, il drago barbuto sviluppa forme di gerarchia sociale molto presto e questo può portare gli esemplari più grandi e forti a mutilare o addirittura divorare gli esemplari più piccoli e deboli. Generalmente, si è notato questo comportamento in presenza di cibo scarso o insufficiente.

D’altro canto nel periodo della riproduzione è possibile osservare lotte fra maschi. Questi scontri sono generalmente molto ritualizzati: prima della lotta vera e propria le pogone esprimono il loro intento con una serie di segnali come l’estroflessione e l’annerimento della barba, soffi minacciosi, bocche spalancate ed head bobbing.

Dopo le dichiarazioni di sfida, i draghi barbuti, si lanciano l’uno verso l’altro e tentano di mordersi il collo, allo scopo di dimostrare alla femmina disponibile chi è il più forte e quindi il compagno più adatto per la riproduzione.

 

In natura combattono anche per la conquista del miglior punto di basking (il più alto e accessibile) e, in genere, ad acquisire tale privilegio è sempre l’esemplare dominante.

La pogona vitticeps ha, infatti, abitudini semi-arboricole ed ama arrampicarsi su strutture rocciose oppure sui tronchi. Nei nostri terrari potremmo spesso osservare le pogone intente a termoregolarsi sui punti di basking.

Serena Tagliaferro Written by:

Serena Tagliaferro nasce a Roma. Socia e volontaria di molteplici associazioni animaliste, dai primi giorni di vita ad oggi ha avuto con sè l'immensa presenza dei suoi animali: gatti, uccelli, roditori, pesci e tantissime altre specie che le hanno permesso di conoscerli, rispettarli e fondamentalmente a prendersene cura al meglio.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *