Pulizia portami via

Share

Affidare le pulizie di casa ad una persona estranea, seppur esperta, comporta tante preoccupazioni. Sarà in grado di pulire nella maniera corretta? Rovinerà il tavolo di ciliegio appena comprato? Sopratutto riuscirà a completare tutte le sue mansioni nei tempi previsti? E se non siamo in casa per controllare che tutto vada bene? Basta organizzarsi e avere un piano settimanale preciso che aiuti la nostra persona di fiducia a collaborare con noi nel modo più efficace.

Creare una tabella di marcia e confrontarsi prima di iniziare il lavoro è la soluzione ai vostri problemi. Come, quando, cosa pulire e quali prodotti utilizzare.

Bastano davvero pochi accorgimenti per tenere la casa più in ordine più a lungo, come ad esempio conoscere quanto spesso occorre pulire questa o quella superficie, quali ingredienti sono ideali per rimuovere quali macchie ed avere sempre in mente uno schema da seguire, per non dimenticarsi nulla.

Ecco alcuni consigli da seguire.

1. Areare i locali e, specialmente se soffrite di allergia far lavare le tende almeno spesso. D’estate importantissimo è pulire i filtri dell’area condizionata.

2. Seguire un ordine specifico nella pulizia delle stanze. Tutti i giorni: pulizia del bagno, cucina e superfici che tendono a sporcarsi con più facilità, pavimenti compresi. Frigorifero: almeno due volte al mese. Finestre, terrazzi e sgabuzzini non vanno di certo dimenticati. Lo stesso vale per le librerie, non c’è nulla di più bello di uno scaffale di libri ma quanta polvere! Peluche e cuscini, anche loro richiedono la nostra attenzione.

3. Cambiare le lenzuola una volta a settimana e se non siete fan dello stiro imparate a stendere come le nostre nonne, non utilizzate troppo la centrifuga e stendete le lenzuola e con attenzione.

4. Organizzare i prodotti per le pulizie in uno spazio preciso e lontano dalla portata dei piccoli di casa (o dei cuccioli di casa). Fate una lista dei detersivi e materiali essenziali e controllate quali sono i più adatti per il tipo di superficie.

5. Cercate di stabilire, a seconda dei componenti familiari e delle loro abitudini una LISTA DI PRIORITÀ.

6. Lista della spesa: ricordatevi la vostra persona di fiducia non saprà leggervi nel pensiero da subito in cucina, datele una mano a sapere cosa comprare, dove comprarlo e come cucinarlo. Una lista di ricette non guasta.

7. Dare precise indicazioni sulla lavatrice. Non date per scontato nulla e i panni delicati, che desiderate portare in lavanderia o lavare a mano andranno in un cestino diverso.

To be continued. .

Elena Biondi Written by:

Elena Biondi, tata da oltre 15 anni, consulente familiare dopo due lauree e due master ha deciso di aprire un'attività dalla radici tutte italiane ma con uno sguardo alle tecnologie europee. Ama molto i punti ma tende a collezionare virgole. Come manager di Non Solo Babysitter, per questo blog, si occuperà con gran piacere di rispondere alle vostre domande e di fornirvi link ed informazioni utili su come trovare la giusta scuola, asilo, attività per i vostri piccoli. Oltre a guidarvi nella scelta della Tata o Colf o Assistente più adatta.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *